Smartphone Tecnologia

LG V40 ThinQ: 3 fotocamere e 6GB di RAM

LG V40 ThinQ
6 Condivisioni

LG ha deciso di non portare in Italia il nuovo V40 ThinQ, almeno per ora, ed è un vero peccato. La presentazione di New York ha accontentato i presenti, il dispositivo sulla carte ha tutto quello che deve avere uno smartphone di fascia alta. Ottimo design, materiali ricercati, con una finitura studiata per migliorare l’ergonomia

Ma LG V40 ThinQ vuole far parlare di se per il proprio comparto fotografico, 3 sensori posti sul retro, tutti con focale e dimensioni diverse, e due fotocamere sulla parte anteriore, dedicate ai selfie. In poche parole è lo starter pack perfetto per gli amanti della fotografia.

Specifiche Tecniche LG V40 ThinQ

LG V40 ThinQ

LG V40 ThinQ ha un pannello OLED FullVision da 6.4 pollici con risoluzione QHD+(1.440 x 3.120p), a far muovere android, ancora in versione Oreo, è il potente SoC Snapdragon 845 con GPU Adreno 630, abbinati a 6GB di memoria volatile e 64/128GB di storage interno, di tipo UFS 2.1 espandibili via microSD. La batteria è da 3,300mAh e supporta la ricarica rapida di Qualcomm.

  • Connettività: 4G LTE, Wi-Fi 802.11 ac (dual band), Bluetooth 5, GPS, NFC, USB Type-C 2.0
  • Dimensioni: 158,7 x 75,8 x 7,7 mm per un peso di 169 grammi

Il comparto multimediale è la vera ciliegina sulla torta; tre moduli fotocamera, ognuno diverso per funzione e specifiche. Abbiamo un sensore da 12MP, quello principale, con apertura focale ƒ/1.5 e pixel grandi 1,4μm assistito dall’autofocus dual PDAF, il secondo sensore, da 16MP è un grandangolare a 107° ƒ/1.9. Il terzo è un teleobiettivo da 12MP, che aggiunge uno zoom ottico 2X alle foto, con apertura ƒ/2.4

Per quanto riguarda le due fotocamera dedicate ai selfie, sulla parte frontale, abbiamo una 8 megapixel f/1.9 da 80° più una 5 megapixel wide angle f/2.2 da 90°.

Lato fotografico LG V40 ThinQ vanta un gran numero di funzioni hardware, tra cui il sostegno dell’AI che ci indicherà se una foto viene bene oppure no ed il bilanciamento automatico del bianco. Poi c’è la modalità Cine Shot, per animare una sola parte dell’immagine; 3D Light Effect che ricrea effetti di luci ed ombre professionali; Makeup Pro che serve essenzialmente a migliorare il vostro aspetto ed infine Custom Backdrop che permette di cambiare lo sfondo in una foto. Non manca My Avatar e AR Emoji.

Ottimo il comparto audio, molto curato da LG, che rivede la presenza di un quad DAC a 32-bit dedicato, e la funzione Boombox Speaker.

Prezzo e Disponibilità

Per ora LG non prevede di portare il nuovo V40 ThinQ in Italia, mentre negli USA dovrebbe arrivare a breve, nelle colorazioni New Aurora Black, New Platinum Gray, New Moroccan Blue e Carmine Red, ad un prezzo di 900 dollari.


Seguimi su Twitter e Instagram per cazzeggiare insieme parlando di serie tv e tecnologia!