Fantascienza Recensioni Serie TV

Rudi: prime impressioni in anteprima della web serie di Vincenzo Malara

56 Condivisioni

Rudi è una web serie italiana, ideata da Vincenzo Malara e diretta da Piernicola Arena e Lillo Venezia, con Christian Terenziani e Marianna Folli.

Rudi web serie zombie Vincenzo Malara

Ciò che rende particolare questo progetto è la sua ambientazione post apocalittica. Ci troviamo in un mondo in cui un virus, trasforma le persone in zombie. Per fortuna viene trovata una cura, che elimina temporaneamente, tutti gli istinti tipici di un non morto, il problema però è che nell’aspetto, sembrano ancora degli zombie.

La serie inizia proprio da qui, mostrandoci la reintegrazione nella società di Rudi. Un uomo a cui il virus ha tolto tutto. Rudi è un diverso tra i diversi, al contrario degli altri ex-zombie, non ha paura degli sguardi al vetriolo, si espone e per questo, viene deriso ed insultato. Qui entra in gioco Camilla, l’unica a non vedere uno zombie, ma una persona.

Il primo episodio dura ben 20 minuti, e non è poco per una serie low-budget. Mi è piaciuta la dinamicità creata dalle tante location, con riprese in interno ed esterno. Questo pilot ha tutto al posto giusto; ci viene mostrato il mondo in cui vive Rudi, la sua fatica per riaffermarsi nella società, e fa da apri pista ad altre storie secondarie, molto interessanti, che portano il telespettatore a volerne sapere di più.

Per quanto la serie non voglia essere un vero e proprio prodotto fantascientifico, c’è da dire che sia gli effetti utilizzati, sia l’aspetto degli zombie, son ben fatti. Risulta tutto molto realistico, soprattutto le ferite che ha in testa il protagonista.

In Rudi viene utilizzato il mondo degli zombie, come tramite per evidenziare i problemi della società di oggi, perché si, nel 2018 abbiamo ancora bisogno di qualcuno che ci mostri quanto sia orribile non essere inclusivi. Lo fa senza stare da una parte precisa, come se Rudi rappresentasse tutti quelli che ogni giorno, lottano contro chi li giudica diversi o non adatti. E sono tanti.

Mi piacerebbe vedere nei prossimi episodi una sceneggiatura più cruda, che ricalchi meglio il clima d’odio in cui vivono gli ex-infetti. Come sappiamo, la paura è un elemento che viene da sempre utilizzato nel mondo della politica e dietro a questa avversione, contro ciò che appare inusuale, dovrebbe a mio giudizio, esserci un movimento politico che ne detti le motivazioni ed i modi.

A parte questo, devo dire che il primo episodio mi ha convinto. Sono molto curioso di vedere in che direzione andrà la storia, in che modo Vincenzo Malara ci mostrerà il futuro ed il passato dei due protagonisti, Rudi(Christian Terenziani) e Camilla(Marianna Folli), e come evolverà il loro rapporto.

Facebook: Rudi – La serie web


Seguimi su Twitter e Instagram per cazzeggiare insieme parlando di serie tv e tecnologia!